Dove studiare domotica

Dove studiare domotica?

Dove studiare domotica? Ossia, dove imparare a sviluppare soluzioni per migliorare la qualità della vita nell’ambiente casalingo?

Forse non lo abbiamo ancora compreso bene, ma la domotica la stiamo sostanzialmente già applicando da tempo alle nostre abitazioni. Si tratta di capire in che misura, ovviamente.

L’automazione della casa può essere il prodotto di un progetto complessivo oppure di una serie di step progressivi, di realizzazioni, piccole o medie che siano, che si sommano l’una con l’altra per dar vita alla fine alla realizzazione di una casa, un ufficio o un ambiente intelligenti.

Non c’è bisogno di pensare subito ad un robot o qualcosa di simile; bisogna invece pensare a quella serie di innovazioni intelligenti che alzano il livello di vivibilità della casa, ne migliorano l’efficienza, ottimizzano impianti e consumi. A pensarci bene non è una cosa difficile, sempre che tutto questo venga fatto con criterio e razionalità.

La vera domotica non è mera ostentazione, vale a dire far vedere agli amici come una luce si accende automaticamente a uno schiocco delle dita. La vera domotica è quella che ci sta a fianco quotidianamente mentre viviamo la casa, e anche quando non la viviamo, magari governandola dall’esterno, da un’altra città o da un altro luogo.

Per cui è evidente che il vero salto di qualità, la vera novità negli ultimi anni sta non solo nell’evoluzione dell’elettronica, ma anche e soprattutto dall’accoppiamento di quest’ultima con l’informatica e la digitalizzazione. Vogliamo dire che una tapparella che si alza automaticamente spingendo un bottone, era un fatto più o meno scontato, o comunque una soluzione da percorrere senza soverchie difficoltà. Altra cosa è dare il comando di abbassare le tapparelle mentre stiamo in ufficio, da un’altra parte.

Ecco che allora cambia un po’ tutto. Magari abbiamo un impianto fotovoltaico che ci fornisce l’energia elettrica, bilanciato con l’erogazione della corrente di rete. I termosifoni si accendono automaticamente sotto una certa temperatura; così come il condizionamento si attiva quando la temperatura supera una certa soglia. L’impianto di irrigazione nel frattempo parte automaticamente, o lo facciamo partire noi dallo smartphone.

E ancora. Le telecamere tengono sotto sorveglianza due o tre stanze della casa, e sono collegate comunque a un impianto antifurto che fa suonare l’allarme sul nostro cellulare, o fa scattare una telefonata, in caso di effrazione, alle forze di polizia. Tutto questo è domotica, domotica un poco più complessa di quella basilare. Tutto questo è sviluppo dell’elettronica e utilizzazione a pieno regime delle mille possibilità che offrono l’informatica e le telecomunicazioni, con in testa Internet, naturalmente.

Ma dove studiare la domotica in maniera efficace e sistematica, lasciando poco all’improvvisazione? Diciamo subito che, anche in questo campo, le modalità di approfondimento, di studio, di applicazione, sono molto cambiate negli ultimi anni. Possiamo pure comprare in libreria un libro che ci parla della domotica e della relativa progettazione; ma possiamo anche aprire un video su YouTube che ci illustri in maniera appropriata e convincente come funziona la domotica, e magari anche come fare un minimo di progettazione.

Così come può tornare semplicemente utile fare una ricerca in rete su come si progetta un impianto domotico. Da lì potremo cominciare a trarre qualche nozione utile, e magari anche qualche cosa di più. Ma dobbiamo comunque avere un minimo di esperienza tecnica, altrimenti è inutile. Se siamo completamente digiuni di elettronica e di informatica, lasciamo stare: non è per noi. Se invece qualche nozione già ce l’abbiamo e vogliamo studiare e approfondire, sempre tramite la rete, esistono dei corsi da installatore di domotica anche a prezzi più che ragionevoli.

Ad esempio i corsi si installatore di domotica e building automation forniranno delle basi importanti sull’infrastruttura di rete, sia quella senza fili che quella su rete elettrica. Approfondiremo poi i sistemi di accesso remoto e la relativa configurazione degli apparati, nonché l’uso del Cloud. Questi corsi durano mediamente 30/40 ore e ci forniranno in pochi giorni la competenza iniziali per cominciare a progettare e costruire.